Vai a:Bookshop - Shop Fotografie

Flora popolare biellese

  • Sottotitolo:Nomi dialettali, tradizioni e usi locali
  • Autore:Alfonso Sella
  • Casa editrice:Edizioni Dell'Orso, Alessandria
  • Anno:1992

 

Le vipere potevano essere tenute lontane con fregagioni d'aglio sulle caviglie e con le ripetizioni di "bòia, bòia sta ndarè, ch'i sun piame l ai daprè". Farsi rinchiudere, nudi, in un sacco tra foglie di betulla in fermentazione curava i dolori reumatici. Si riteneva che lo sviluppo in altezza delle piante di canapa fosse proporzionato alla statura del primo morto dell'anno nella parrocchia. La buccia delle rape essiccata e tritata arricchiva una mensa forzatamente parca, in un'economia per la quale costituiva un provento non disprezzabile anche la vendita di sarmenti di rovo.
Queste alcune tra le innumerevoli curiosità del volume che non soltanto raccoglie i nomi dialettali delle piante - e altri termini più generici tuttora presenti nel patrimonio linguistico dei Biellesi- ma li accompagna con la descrizione delle specie e notizie di carattere etnografico sui diversi impieghi della stessa. I lettori più esigenti, guidati dagli indici, si aggireranno in un microcosmo organizzato con metodologia scientifica; tutti ritroveranno il senso struggente di beni che si vanno perdendo: semplicità, parsimonia, ingenuità, consonanza dell'uomo con l'ambiente. In questa raccolta si consumano i riti di un mondo montanaro e contadino assediato e vinto dai tempi nuovi.

Prezzo:25 €

Se interessati ad acquistare si prega di inviare una mail alla Fondazione Sella: fondazionesella@fondazionesella.org

Potresti essere interessato anche a: