Luigi Amedeo di Savoia, Duca degli Abruzzi

  • Titolo:Duca degli Abruzzi
  • Data nascita:29-01-1873
  • Data morte:17-03-1933
  • Luogo nascita:Madrid
  • Luogo morte:Gioh├ár (Somalia)

Terzogenito di Amedeo d'Aosta e nipote di Vittorio Emanuele II, Luigi Amedeo di Savoia è conosciuto internazionalmente per la sua figura di esploratore. La sua indole lo ha portato a grandi ascensioni sui principali gruppi montuosi del mondo e a solcare i mari dell'intero globo. Si pone tra i protagonisti dell'alpinismo europeo e tra i precursosi delle sfide estreme alle vette extraeuropee. Dopo aver messo a segno importanti scalate nelle Alpi, sale per primo il Sant'Elia in Alaska, nel 1897, conquista la vetta del Ruwenzori in Africa nel 1906 e guida una spedizione nel 1909 in Karakorum con l'obiettivo di conquistare il K2, impresa che non gli riesce anche per i limiti tecnici dell'equipaggiamento dell'epoca. In tutte queste spedizioni egli è accompagnato, in qualità di fotografo ufficiale, da Vittorio Sella. Senza il fotografo biellese egli compie una storica esplorazine del Polo Nord, 1899-1900, in cui viene raggiunta la massima latitudine artica, due circumnavigazioni del globo e la risalita dell'Uebi Scebeli in Etiopia. Quest'ultima impresa si colloca in un periodo in cui il duca aveva fondato un'azienda agricola a Giohàr, Somalia, denominata nel 1920 SAIS (Società agricola italo-somala). Qui nel 1933 il Duca muore a causa di un tumore.