SELLA, MASSIMO: 

nel fondo sono conservate le carte di Massimo Sella (1886-1959), figlio di Carlo e Clara Pozzo. Le carte sono ordinate nelle rispettive serie di riferimento: Carte personali, Carteggio, Carte patrimoniali, Istituto di Biologia Marina a Rovigno d'Istria, Studi scientifici, Diplomi e Miscellanea.
La documentazione più rilevante fa riferimento soprattutto all'attività scientifica di Massimo Sella. Nel fondo sono presenti anche un centinaio di immagini, sempre di argomento scientifico, utilizzate a corredo delle sue pubblicazioni. 

Dopo la sua laurea in Scienze naturale all'Università di Roma segue il corso di Oceanografia alla Scuola di Bergen. Allievo e poi assistente di Anatomia comparata del professor Grassi, scopritore del ciclo della trasmissione della malaria. Si dedica poi all'ittiologia e alla talassografia. Svolge importanti ricerche sul tonno e sulla pesca delle spugne. partecipa alla lotta antimalarica della campagna romana poi è direttore della divisione malarica della Lega delle società della Croce Rossa con sede in Parigi. Sempre a tale scopo, nel 1921 introduce dagli USA la gambusia, pesce larvifago che fu poi portato in Italia e specialmente nella regione carsica. Fu libero docente di Anatomia comparata presso l'Università di Roma, poi direttore per parte italiana dell'Istituto italo-germanico di Biologia marina di Rovigno d'Istria dal 1925, ove si dedica a vari studi, anche di botanica, micologia e sui fiumi carsici.

Archivio documentario

Estremi cronologici

1886 - 1959

Consistenza

41 mazzi

Archivio fotografico

Estremi cronologici

1910 - 1930

Consistenza

100 negativi originali